Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2012

Femmine vs Maschi

Ore sette: suona la sveglia.
Una donna, nella fattispecie la mamma in blue jeans, fa:


colazione
colazione per il nano
stira guardando Handy Manny col succitato nano
pausa pipì: con la scusa che il nano è in bagno, lo lava, lo veste e lo ricolloca sul divano giusto in tempo per guardare Phineas e Ferb.
colazione per il Tu ore sette e trenta
finire di stirare
urlaccio al Tu che ronfa ancora sotto le coperte
latte per Pigola che si è svegliata nel frattempo
cambio pannolino e vestizione della Pigola
Urlaccio al Tu perchè sono le otto e trentacinque e lui è ancora in bagno
cappottini ai nani, zainetto per il nano
alle nove meno due minuti sono fuori di casa
mamma in blue jeans ha dieci minuti per lavarsi, vestirsi...ci sarebbe anche il truccarsi ma non ci riesce.
esce di casa, fresca come una rosa e incazzata come una pantera
Un uomo, nella fattispecie il Tu, fa:

ignora la sveglia
si alza venti minuti dopo
fa colazione
va in bagno
esce alle otto e venti, solo dopo le urla belluine di mammainbluejeans
Chi vince…

non vedo l'ora...

E' che sono stanca, e un pò giù.
Che causa benzina assente, freddo polare o allineamento astrale sfavorevole, al lavoro non sin batte chiodo.
Che il Nano ha ancora il raffreddore, e Pigolina il cagotto: questo mi obbliga a vedere nonnaccì più spesso di quanto vorrei, a dovermi sorbire cazziate sul mio modo di gestire i malanni dei miei figli, che, sul mio già scosso sistema nervoso ha l'effetto di una tonnellata di mattoni.
Sarà che sorrido delle osservazioni del Nano, dei primi passi di una Pigolina che è ridicolissima con i leggins fuxia che le fanno le gambette magroline, e a confronto i suoi capelli sembrano il triplo di quello che realmente sono. Ma ammetto che mi scaldano il cuore per poco. Poi tornano i pensieri che mi fanno le occhiaie, e non mi permettono di essere lucida.
Un pò bipolare, alterno attimi di euforia in cui progetto di ridipingere le pareti del soggiorno e della nostra stanza, e poi mi metto a piangere se una mamma chiede in chiesa se abbiamo latte in polver…

cosa fareste voi?

Cosa fareste se di fronte a voi, in una stanza piena di nani tra i 3,5 anni di tuo figlio e i 12 del fratello di G., amica di asilo del nipotino terminator, ascoltaste questa frase?
"adesso disegno una ragazza..tutta nuda!"
"non ti dimenticare i peli, però"

Dialogo tra due bimbe di sette, massimo otto anni, alla festa di compleanno della Nipotina Cecilia.
Che hanno iniziato a disegnare culi nudi e pelosi su quelle lavagnette magiche che poi si cancellano con la bacchetta.
A essere onesta, se non mi avessero detto che era un deretano non l'avrei mai capito.
Comunque:
A: spifferarlo ai genitori
B: spifferarlo ai cognati
C: piazzarvi tipo ufficiale delle SS nella stanza dei giochi

Io ho scelto la C. E, per tutta risposta, uno dei due fiorellini, mi fa :"ma perchè non te ne vai/perchè non ti stai zitta?"
Il Tu, presente anche lui, è mezzo scioccato.
Il nipotino terminator, a fine festa, ha dato di matto iniziando a dire CULOCULOCULO!

Umorismo nanesco

Il Nano, rivolgendosi alla sua locomotiva miracolosamente riaffiorata dalla cesta dei giochi:
"Thomas, vecchio mio! quanto tempo è passato..."

Vigilia dell'Epifania:
"Nano, cosa lasciamo alla Befana...biscotti o mandarini?"
"Pastasciutta"

Il TU: "Davi, adesso basta! devi sistemare in camera tua!"
"No!sistema mamma..io sono troppo pittolo!...hai capito?"

Mi chiedo che gli abbia dato il permesso di crescere così in fretta...io no di sicuro!

Cara Nana

dico a te che hai quasi quattordici mesi, dici quattro parole, non cammini senza la famosa mano, hai abbandonato da poco la tetta e balli su qualsiasi cosa trasmettano in radio (anche se preferisci Jovanotti). Visto che ti mancano le basi, ossia camminare su due zampe come tutti i bipedi, mi dici come ti viene di usare la sediolina rossa di Davi come scalino per arrivare a suonare la tastiera di papà? (facendomi venire un infarto?).
Diamoci delle priorità, per cortesia, prima impara a camminare, e poi...ma anche molto poi, parti alla conquista del mondo!.
la tua mamma