Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

Delfini

Il Tu ha portato ai nani una serie di delfini+balena, glitterati e gommosi, di quelli che si attaccano sui vetri.Io, schiava di sempre, li ho attaccati al vetro seguendo scrupolosamente le indicazioni del primogenito. Il suddetto primogenito, degno figlio di sua madre, ha battezzato i delfini con i nomi dei suoi compagni di classe, mentre la balena adesso porta il nome della maestra. Lui guarda tutto contento la sua finestra colorata. Fuori piove e i vetri sono tutti bagnati. Poi mi guarda, gli occhi due fanali dorati: "mamma guarda...i miei delfini stanno ballando con le gocce di pioggia!"

Parasaurolofo

...ricetta del carnevale di quest'anno:Gommapiuma: un metro quadro. Vernice spray: 2 bombolette a colori contrastanti. T-shirt: una tg 5 anni blu e una tg 2 rosa. Ovatta: almeno 3 pacchi oppure sacchetti di batuffoli Campanella: 1 Nastro rosa: 1 metro Collant: 1 viola + 1 rosa Penna Glitter: 6 (3 di un colore e 3 dell'altro) Ago grosso: 1 ago piccolo:1 filo multicolore: tanto Velcro non adesivo: 1 metro Caffè: una tonnellata. Fantasia: infinita.
Evitare di dormire/mangiare/fare cose piacevoli per almeno quattro giorni. Fare uso indoscriminato del caffè per raggiungere lo scopo. Disperata chiedere aiuto alla grande Punto_nonna che, nonostante sia fiaccata dall'influenza, vi darà generosamente una mano.
Dopodomani il nano ha la festa in maschera a scuola. Alla domanda: da cosa ti vuoi mascherare? la risposta è stata una sola, lapidaria e indiscutibile: IL PARASAUROLOFO.
perchè essere solo un dinosauro sarebbe stato troppo banale...

Basta un poco di neve...

Metti una sera, anzi, un pomeriggio, dopo una mattinata di aereo e treno. Metti che ti sei stesa su un letto che non è il tuo, hai buttato gli scarponi e hain cazeggiato per mezz'ora. Metti che hai voglia di uscire, di espolrare una cità nuova, che sembra uscita da un paesaggio del settecento. Metti che sei sola, tu e te stessa, senza marito figli cane sensi di colpa.
Metti che vai, all'avventura, a svetrinare in modo selvaggio in negozi uguali a quelli di casa tua, ma qui puoi indugiare mollemente su ogni capo, soffermarti a osservare una tinta, entrare in una chiesa e uscire subito perchè è troppo buia e scura e, diciamolo, ti fa un pò paura. Metti che in ogni angolo c'è una pasticceria, una cioccolateria, un posto che promette dolcetti e calorie machissenefrega!. Metti che ti ritrovi con una tazza "take away" di cioccolata calda, i tuoi guanti crema e un cappello arancione. Metti che poi comincia a nevicare. E tu sei lì, che cammini sotto la neve a bevi cioccol…