martedì 28 aprile 2009

Regali multiuso

Delle cento cretinate che mi ritrovo per casa da che è arrivato lo gnomo (che si sommano alle altre trecento che già avevo) devo riconoscere una certa utilità "alternativa". Nel senso che sfrutto questo o quello per uno scopo che non è propriamente il suo.

IL BOX: regalo di amici per il battesimo. Teoricamente una versione riveduta e corretta di una gabbia per polli. E come i polli, neanche lo gnomo è troppo contento di starci dento. La sua resistenza ha sfiorato i 14 minuti solo una volta, quando era tutto preso da nonmiricordocosa.
E i miracoli -come è noto- non si ripetono.
attualmente funge da portatrozzole (trad: contenitore per varie ed eventuali) dove, dal mio tavolo, vedo:
  • 1 cuscino
  • 1 set di costuzioni morbide regalate dal Tu perchè si sentiva in colpa per il vaccino
  • 3 carillon ( Emiglioconiglio, il nubegatto, e un gatto di plastica che fa una musica metallica orrenda, che mi ricorda le prime note di un canto da messa anni 80 TERRIBILE)
  • 3 sonagli (balena Ikea, stellina con pallini, altra stellina)
  • 1 lumaca musicale che canta l'Abbiccì, dice 4 colori e le prime4 lettere dell'alfabeto; devo dire che la lettera A è detta col tono melenso di una pornodiva (ahhhhhhhh)
  • 1 miaolibro del gattino (che se Dio vuole HA ROTTO)
  • una marionetta di pezza a forma di canguro (deliziosa)
  • le ciambelle colorate con relativo supporto
  • una copertina (???????????????)
  • 1 gioco che doveva attaccarsi con la ventosa al tavolo, però è volato (chissà come mai) su pavimento; risultato, adesso Davi lo usa come sonaglio
  • l'ORSONAGLIO (preferito di pallino)
  • coccinella che dovrebbe sfrecciare sul pavimento, ma pallino non ha ancora capito come funziona

il resto è occultato dal cuscino. Potrebbero esserci anche dei soldi, devo controllare.

LA PALESTRINA: dopo che è riuscito a smontare i pupazzetti che penzolavano, adesso la usa come trave per mettersi in piedi... furbo!

La FATTORIA: odioso trastullo BILINGUE posseduto dal demonio perchè ogni tanto ti parla (immaginatevi mentre pomici sul divano con la tua metà e senti "Ciao, premi il tasto con l'orsetto, e gioca con me!" ma vaffanpuffo!) . Pallino, che è decisamente un eclettico, lo usa come batteria o come sbavatoio -nel senso che lo mette in bocca e produce ettolitri di saliva-.

IL TAPPETONE: ossia un mega puzzle di gomma dove teoricamente Davi dovrebbe imparare a gattonare. Visto che ha bypassato quella fase, lo sfrutto per farlo camminare senza scarpe, e per giocare con lui. E PER FARE ADDOMINALI.

IL CIUCCIO: usato due volte (forse anche meno) adesso è il mio portachiavi.

Forse è banale, ma ha le decorazioni fluorescenti e si illumina al buio.

Utilissimo se hai una borsa modello Mary Poppins.

lunedì 27 aprile 2009

All'insegna dello scazzo...

... ho mal di denti. Di quelli fastidiosi, che ti impediscono di concentrarti bene su quello che fai. Il Tu che mi boicotta gli antinfiammatori non aiuta.
In più Davi ha un pochino di febbre a causa del vaccino e io ho il terrore che abbia una qualche reazione allergica e che stia veramente male (ESAGERATA!!!!!!!!!!!!!!!!)...
Sono le 23.04 e il Tu sta finalmente tornando a casa.
MA QUANDO FINISCE QUESTA GIORNATA???????????????

martedì 21 aprile 2009

figli... pelosi e no...


Da quando è arrivato Davide, le domande più fraquenti sono state:

1- e col cane come fate?

2- allora date via il cane?

3- ma non è che tua mamma si può tenere il cane per un pò, fino a che il bambino cresce? (questa è stata seguita da una risata isterica)

meglio delle domande sono quelle insuperabili perle di saggezza che tutti, dal vicino di casa alla prozia, elargiscono con generosità. Ci siamo sorbiti (io e la mia metà):


  1. il cane porta malattie

  2. il cane diventerà geloso e farà pipì e pupù sotto la culla del bambino

  3. il cane sentirà l'odore del latte e vorrà METTERSI NELLA CULLA DEL BAMBINO (la mia preferita)

  4. mio figlio mi ha detto che il figlio di una sua amica ha toccato un cane è poi gli è venuta una malattia (detto dalla mia vicina di casa che è sorda come una campana quindi non c'è stato modo di capire di che malattia si trattasse)

  5. il cane abbaia -se miagolasse mi preoccuperei-

  6. il cane diventerà geloso e alla prima occasione morderà il bambino

in 34 settimane di gravidanza di fesserie ne abbiamo sentite. E da gran maleducati quali siamo abbiamo messo su una bella faccia da screen-saver, e ci siamo comportati secondo buonsenso. Appena arrivati a casa, via le nonne. Io, il Tu e Davi chiusi in una stanza per fare conoscere a Macli il suo "fratellino non-peloso": un'annusatina ai piedi, una decisamente più forte al pannolino e...zac. Era fatta.


Macli ha dormito per mesi sotto la culla di Davi; lo proteggeva da sguardi indiscreti (i NONNI), mi avvisava se si era svegliato ma non piangeva. Se il Tu lo aveva in braccio gli mordicchiava i piedini, come fanno le mamme cagne con i loro piccoli (cure parentali). Se era a portata di naso, bhe, lo ammetto, gli mollava una sonora leccata, seguita da una corsa in bagno.


In questi nove mesi è stato trascurato, messo da parte, ignorato. Non si è mai lamentato; penso che abbia accettato questo combiamento con una filosofia tutta canina che noi poveri umani non potremmo mai capire. Il mio cane vive per i cinque minuti di coccole la sera prima di dormire, per due lanci della sua palla blu nel corridoio. Per la carezza del mattino, quando preparo il caffè. E, diciamocelo, per quando metto gli avanzi di Davi nella sua ciotola.


Adesso lo osserva perplesso provare a mettersi in piedi, ma si fa grattare la schiena e tirare le orecchie con la pazienza di un santo. Tutto, pur di avere attenzioni.


E magari un biscotto per bambini...


lunedì 20 aprile 2009

della serie: argani...

Mio figlio cammina. ho esagerato.
Mio figlio desidera camminare. Bypassando le due fasi precedenti, il gattonare e il "mi alzo in piedi". sarebbe divertente se on fosse per la necessità costante di avermi a portata di mano.... quindi lo aiuto ad alzarsi (culo pesante!) e lui tutto contento si appoggia a divano, palestrina eccetera, cercando di sbavarci sopra-cosa che gli riesce benissimo- e di fare qualche passo -cosa che gli riesce decisamente meno bene-.
Qui entro in scena io, che lo ri afferro e ricomincia la giostra... in realtà lo lascio in piedi e cerco di fare qualcosa... pulizie, pranzi e simili... ma non dura molto. Appena si rende conto che sono scappata butta giù la casa a furia di gridare... per poi vedermi e ricominciare tranquillo a sbavare...
Non nego che ci sono dei progressi: non ondeggia più tanto tipo Elvis quando sta in piedi. Si guarda intorno tutto contento -sembre mentre sbava- come se avesse davvero un'altra prospettiva dall'alto dei suoi 73 cm...
Del girello neanche a parlarne. e il cane ringrazia.
quindi mi toccherà passare molte altre mattine sul suo tappetone a fare da argano personale... fino a quando non imparerà ad alzarsi. e a camminare.
con conseguente FINE della mia pace mentale!
S.

giovedì 16 aprile 2009

cellulare mon amour...


.... è indubbio che tre sono gli oggetti che attraggono lo gnomo sopra tutto: lo stereo, il telecomando e il cellulare. E se sui primi due posso, come dire, chiudere un occhio, l'idea di avere un figlio cellulare dipendente a 9 mesi mi fa impazzire.


cavolo, perchè?


lo stereo va benissimo: a casa nostra si ascolta di tutto, da Jhonny Bassotto ai Beatles, passando per i Placebo e Paolo Conte. il telecomando... vabbè, passi pure. Mi ricorda un pochino "indietro tutta": tu nella vita comandi fino a quando... hai stretto in mano il tuo telecomando... cantava Arbore. lo trovo divertente. e a pensarci bene, mi da l'impressione che il nano abbia capito tutto della vita.


ma il cellulare... NO!


mi urta vedere che lo cerca neanche fosse un biberon, e quando lo ha in mano non è che lo scaraventa a terra come fa con tutto quello che arriva tra le sue grinfiette, ma se lo palleggia come fosse una cosa preziosa... tipo Gollum con l'anello del potere. CHE NERVI!


PERCHE'?


...


1- sente le voci: spiegazione della nonna. visto che la voce che ascolta di solito al telefono è la sua, mi sembra una soluzione di comodo -per lei-.


2- si illumina se tocca i tasti. banale: lo fa anche la sua lumaca musicale.


3- è facile da tenere in mano. (?)


4- lo vede in mano a te, e lo vuole lui (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)




la numero 4 mi sembra la più :


A) logica


B) triste


a conti fatti, lui, povera stella, prova ad imitare me, la sua mamma. alla fine lui di me che vede? una mamma che si butta sul pavimento per giocare con lui, che lava, stira e compagnia bella ..e che viene interrotta o almeno distolta da un maledetto BIPBIP seguito da un Pronto?


colpa mia? se di colpa si può parlare?


si.


decisamente si.


una cosa è certa: prima dei 15 anni il cellulare SE LO PUO' SOGNARE!


S.

martedì 14 aprile 2009

Mamme in blue jeans di tutto il web, scriviamoci!
A voi che un figlio vi ha cambiato la vita, ma non il modo di viverla.
A voi che non avete "messo la testa a posto", e che conciliate mille cose, e vostra suocera si chiede "ma come Cxxxxo fa?".
A voi che conservate nell'armadio un paio di Jeans taglia 40 sperando di perdere prima o poi i cinque chili che vi portate dietro dopo il parto... o che siete (beate!) già riuscite a rimettere.
A voi che vestite i vostri pargoli con felpe colorate, magliette a fiorellini e micro jeans da 0 mesi in su.
... questo è per voi!
S.