Passa ai contenuti principali

le cose belle accadono

la sera del nove gennaio erano
tre giorni passati in ospedale. senza nani senzza visite. io e il mio pancione... in attesa di un cesareo cheforse anticipiamo o forse no. tre giorni di tedio  di libri e di sonno.
tre giorni attaccata a una macchina che dice che contrazioni non ce ne sono  che era tutto un bluff.
e poi arriva la notte prima del giorno x. quello dove mi riapriranno la pancia. e mi chiudeanno le tube . allegria...

e poi...
ore due e quarantacinque. mi sveglia un dolorino ino ino e ho solo il tempo di arriare in bagno che mi si rompono le acque. resto li   . bagnata. a fissare quella pozza che non hosi allarga ai iei piedi.
chiamo il medico di turno. che mi comunica che sono dilatata di due centimetri. che mi manda in sala travaglio e li allerteranno per la sala operatoria
ok.
chiamo il tu.
che entra nel panico... povero...
mi portano in sala travaglio. sono tranquilla. fino a quando non partono le doglie.
che io non ho mai avuto. non so fare la respirazione. non ho idea di cosa succedera... aspetto che mi portinoin sala operatoria... e alloraarrivano loro. i medici di turno. una lei sulla cinquantina  slavata  e un po moschia. e un lui brizzolato e un pochino corpulento.
chiedono alla ostetrica di quanto sono dilatata. quattro dice lei.
ma non erano due penso io. no. fa il medico. sono sette.
signora non si preoccupi. ma qui si partorisce spontaneamente.
ma come... io non so come si fa. non ho il tu a tenermi per mano.
sono io e me stessa. e questo dolore che non mi fa pensare. e mi dicono di non gridare. e io vorrei dire al dottore prova afare uscire dal tuo pisello una mela. e poi vediamo chi non deve gridare.
un ostertica gentile mi dice di non spinegere.
e io le rispndo che ho un fortissimo stimolo ad andare in bagno.
ecco appunto.i cm sono nove. a dieci il nano puo uscire.
scappiamo in sala paarto.
e qui mi sorge un dubbio. ma qualcuno ha avvisato quel povero di mio marito.
veramente  no. una stuentessa esce e gli comunica che c e stato un ca.bio di programma.lui le chiede se siamo al manicomio o in ginecologia.
ma non ha il tempo di dire altro. perche dalla porta socchiusa ice di aver sentito me. che incitata dalla dottoressa spingo con tutte e mie forzze. ho la faccia dei nani nella testa. forse grido. e qualcuno mi dice aprigli occhi e guarda tuo figlio.

eccolo li. perfetto. piccolo e imbronciato. e me lo mettono sulla pancia e sul petto. io e lui.ed eun annusare un cercare parole che non vengono. il dolore passa il tempo si ferma.
ho avuto un parto spontaneo di poco piu di due ore. ho un terzo figlio perfetto. sto bene . sonoviva. tornero a casa dai bimbi. ho una vita nuovache mi aspetta.
a qquesto penso mentre mi portano fuori. lui e li.
e arriivano le lacrime. di gioia. di sollievo. di amore.
perche alla fine. proprio in fondo. le cose belle accadno....


ps. scusate la terribile sintassi  ma sto scrivendo dal telefono ee sono decisamente imbranata.
pps il nano nuovo si chiama enrico...

perche alla fine sotto sotto le cose belle accaadono..

Commenti

Trasparelena ha detto…
Che bello! congratulazioni!
monica ha detto…
Che bello, auguri e un abbraccio.
mamma mia ha detto…
auguri!che bellezza!
kikka ha detto…
auguri!!
che bello!!
benvenuto Enrico! e benvenuta tri-mamma!!
Slela ha detto…
Congratulazioni!
Come passano in fretta le gravidanze delle altre ;-)
Sono felicissima che sia stato un naturale.
Zenobia ha detto…
Congratulazioni!!
Mi hai fatto venire la pelle d'oca!
Benvenuto cucciolo Enrico!!
Carpina ha detto…
Buongiorno Susi e mille auguri di felicità!
Benvenuto piccolo Enrico e complimenti per le sole due ore di lavorìo per nascere! :-D

Son contenta davvero! Ben fatto!
Le cose belle accadono, sì sì.

Un abbraccio,
Pina
Anonimo ha detto…
Congratulazioni! sono così felice di leggere questo post!
mamma mia, ma sarà possibile che io vada in ansia anche per chi conosco solo virtualmente???
un bacione a tutta la famiglia!
Marina tri-mammma

P.S. anch'io ho avuto due parti naturali dopo un cesareo, non così veloci, ma davvero intensi di gioia!
barbamamma ha detto…
ho le lacrime agli occhi per l'emozione!!...congratulazioni a tutti voi...
Paola ha detto…
Complimenti davvero, sono felicissima per te! Venivo tutti i giorni per vedere se avessi scritto qualcosa...
e poi complimenti per essere riuscita ad avere un parto naturale..sai in quante lo desiderano dopo un cesareo?ed è davvero difficile riuscire ad averlo qui da noi (più che altro perchè la maggioranza dei medici non vogliono).posso chiederti dove hai partorito?Paola
Amalia ha detto…
augurissimi
mammasidiventa
Anonimo ha detto…
Auguri, congratulazioni a te per questo parto perfetto e benvenuto al piccolo Enrico
Isa
diana ha detto…
bravvaaaaaa!!!!
Belllo.....
Buona nuova vita!!!
MAMMA AL QUADRATO ha detto…
Leggo solo adesso. Auguroni e benvenuto Enrico! :-D
Che emozione nel leggere il tuo racconto e che brava sei stata! :-D
Anonimo ha detto…
Benvenuto Enrico !!!!! Auguroni a tutti voi !!!! Cesj

Post popolari in questo blog

di alberi, presepi e altre amenità natalizie...

ci sono moltissime cose che non capisco.
davvero. e molte riguardano i bambini. non i miei nello specifico, ma in generale. e visto che siamo in un inizio di clima Natalizio, le mie perplessità aumentano. primo.
l'albero di Natale.  sui social è una gara a chi fa l'albero più carico, fashion, luminoso, elegante, originale, minimal e chi più ne ha più ne metta. bellissimi. superbi. da farmi schiattare d'invidia.  (non riuscirei mai ad essere così precisa, così perfezionista. mi farei fregare da una schifezza fatta dal mininano, o un lavoretto a quattro mani degli altri due. tanto valore affettivo, poca coreografia.) quindi, albero da vetrina.  salvo poi a dire che è stato fatto per i nani o con i nani. sarà che i tre sono pasticcioni, chiassosi e colorati.  sarà che il loro senso estetico è ...ehm...acerbo(???) ma quando ho dato loro in mano palline e stelle filanti l'unica contenta era la gatta, vista la quantità di giocattoli sparsi sul pavimento. quindi non tiriamoci…

palla fibrosa

accade che quella telefonata arrivi.
accade che il tono della voce dall'altro capo del filo sia basso, e strozzato.
accade che la frase inizi con "ti devo dare una brutta notizia".
pensi al tuo vecchio papà.
a S., principessa malata.

e pensi che lo sapevi che questa cazzo di telefonata sarebbe arrivata, che devi essere forte, che forse sarà un bene.
ma non sai, non immagini.

non puoi sapere che in un ospedale lontano un dottore illuminato ha proposto una risonanza magnetica per un bimbo all'apparenza sano, chissà cosa è scattato in quel dottore, chissà cosa di quel bimbo dagli occhi scuri non gli ha fatto dire di tornare a casa, lui e i suoi paranoici genitori.
chissà.
non puoi sapere.
da medico immagini il brivido nel leggere il risultato, quella scarica di adrenalina  di quando hai azzaccato una diagnosi. hai ragione, signor dottore.
il passo in sala operatoria è breve, l'operazione sarà lunga.
aprire una piccola testa, tagliare i riccioli bruni, togliere quell…

caro Babbo, ti scrivo...

che i tre fossero diversi, è cosa nota.
che tutti i bambini abbiano gusti e preferenze personali, e che i genitori/nonni/parenti si debbano adeguare, è un sacrosanto diritto di ogni nano.
che i miei di nani si divertano a scombussolarti la vita e i programmi...

di seguito copia delle letterine di Natale.
il mini, che per un ultimo anno non scrive ma detta, è stato alquanto ironico
dettato#1

"caro Babbo Natale,
sono Enrico.
per Natale voglio la pista di Cars, l'altra pista di Crs3 e la macchina di Cars3.
Ciao"

e no, caro mini... iniziamo da rivedere i tempi del verbo, che qui niente è dovuto.


"caro Babbo Natale,
sono Enrico.
per Natale voglio vorrei la pista di Cars, l'altra pista di Cars3 e la macchina di Cars3.
Ciao"

poi, va bene che Snoopy insegna che è la stagione dell'avidità, ma non esageriamo...


"caro Babbo Natale,
sono Enrico.
per Natale voglio vorrei la pista di Cars, l'altra pista di Cars3 e la macchina di Cars3.
Ciao"

infine, un …