Passa ai contenuti principali

Ultime notizie dal mininano

Ecco, ieri avevo la visita di controllo con quel gran burlone del mio gine.
Oltre al pacco di XXX perchè avevo dimenticato la richiesta e all'ospedale se non c'è la richiesta puoi schiattare ma non ti guardano manco di striscio, tutto ok.
Ho perso quasi tre chili, e il burlone mi ha fatto "signora, vuole che scatto una foto alla bilancia?, sa, come ricordo"; ho una pressione seminormale; i capelli che godono degli ormoni che potrei impacchettare e vendere su e-bay...e un'infezione. Roba da poco, ma mi ha prescritto antibiotici, lavaggi e..niente sesso. Penso al Tu, e mi viene da ridere.
Poi "vediamo un pochino il battito".
Ammetto che ho l'attimo di panico e chiudo gli occhi. Ma li apro al suono di TuTumtutumtutum. Eccolo lì, il mininano, tutto accucciolato nella sua bolla.
E faccio il medico che inerpreta le ecografie.
Vedo le sue piccole mani perfette, e i piedini. Una faccia da scimmietta, con l'abbozzo del nasino. Poi il gine lo sfotte con la sonda e... balla, sculetta e... "ma è una femmina!"
l'ho detto io, e poi scatta un mezzo singhiozzo, che fa rispostare il mininano.
"Sembra di sì. Diciamo sì al 75%. Ma non mi faccia fare cattive figure, aspettiamo il mese prossimo per il corredino, va bene?"
Dico di sì con una faccia da ebete, ed esco.
Una bambina.
La MIA bambina.
Oh cazzo.
nella sala d'attesa c'è il Tu, che sta smanettando col cellulare.
"che hai,tutto bene?"
"si...no...ho un' infezione che devo curare, e almeno 15 giorni di castità"
"benissimo..." fa lui, ironico.
"mi hanno prescritto un'altra serie di analisi, per almeno centotrentacinque euro"
"perfetto, qualcos'altro?"
"..."
Siamo di fronte all'ascensore, lui sta pigiando il tasto.
"...ehm..Tu.."
"che altro?"
"sembra che sia una bambina...."
Lui mi guarda, cambia colore, una roba tipo rosa acceso, rosso, bianco cadavere. Occhio da bambi con luccicone incorporato. Arriva l'ascensore. E mi abbraccia, forte forte.
"sembra, non è certo?"
"no, si è mossA, non siamo certicerti; facciamo che non lo diciamo a nessuno?"
"OK"
Io non so che dire, è tutto molto surreale,ma di questo parlerò poi. Usciamo dall'ospedale, mano nella mano, e lui fa.
"Ricordati che devo chiamare T."
"chi?"
"T., sai, l'addestratore. Se è una femmina mi deve procurare un cane corso iperaddestrato perchè nessun maschio si deve avvicinare alla mia piccina. Anzi, forse è meglio un dogo argentino. O tutti e due, che ne dici?"

PS(messaggio per chi legge questo blog e mi conosce. Mantieni il segreto! te lo immagini se viene a saperlo nonnaccì?"

Commenti

Slela ha detto…
Che emozione!!!
Ricordo che anche a me, ad ogni ecografia, mi prendeva il panico per il battito.
Già lui pensa ai fidanzatini...
diana ha detto…
bella la femmina ma impegnativa!!!!!!!!Un abbraccio
Laura GDS ha detto…
Il mimi-papi ha richiesto il porto d'armi per lo stesso identico motivo....
kikka ha detto…
l'importante è che stiate bene tutti e due, ma.... se è femmina... CI PIACEEE!!!
:-)
Anonimo ha detto…
ma daiiiiiiiiii!!! tutte la mie preghiere sono servite!!ahahaha è fantasticooooooooooo...ok come accordi presi...vestitino di tulle rosa tutto vaporosoro non glielo toglie nessuno!! non me la perderei per niente al mondo!!:) w nonnacì!!
Trasparelena ha detto…
che emozione!!
ma come cavolo fai a dimagrire in gravidanza? vabbè, buon per te! :-)
MammainblueJeans ha detto…
@slela:eh già, pessato che a lui il panico venga per altri motivi...
@diana: dici? attendo dritte
@Laura: penso che il porto d'armi sarà il passo successivo
@kikka: girl power
@anonimo: COL CAVOLO!
@trasparelena: nessun segreto, ho vomitato l'anima, non tenevo sù neanche un grissino... adesso ho una scorta di cuccioloni nel freezer...mi devo rufare!
Carpina ha detto…
:) Che emozione il battito, eh?
eh... ricordo.. ricordo.. :)

che bello.. se è femmina, quando nonnacì regalerà cose da femmina a Davide, le conserverai per la secondanana.. quando regalerà cose da maschio alla secondanana.. bè.. saranno troppo piccole per Davide, allora inizierà a chiederti di farle un altro nipotino.. ihihih

sono giornatacce.. scusa il pessimo humor altamurano di oggi.. :P

un bacione cara!
carpina
Anonimo ha detto…
Una bimba che bello. Veramente auguri di cuore :) sara 690_4

Post popolari in questo blog

palla fibrosa

accade che quella telefonata arrivi.
accade che il tono della voce dall'altro capo del filo sia basso, e strozzato.
accade che la frase inizi con "ti devo dare una brutta notizia".
pensi al tuo vecchio papà.
a S., principessa malata.

e pensi che lo sapevi che questa cazzo di telefonata sarebbe arrivata, che devi essere forte, che forse sarà un bene.
ma non sai, non immagini.

non puoi sapere che in un ospedale lontano un dottore illuminato ha proposto una risonanza magnetica per un bimbo all'apparenza sano, chissà cosa è scattato in quel dottore, chissà cosa di quel bimbo dagli occhi scuri non gli ha fatto dire di tornare a casa, lui e i suoi paranoici genitori.
chissà.
non puoi sapere.
da medico immagini il brivido nel leggere il risultato, quella scarica di adrenalina  di quando hai azzaccato una diagnosi. hai ragione, signor dottore.
il passo in sala operatoria è breve, l'operazione sarà lunga.
aprire una piccola testa, tagliare i riccioli bruni, togliere quell…

un sorriso

il primo sentimento dovrebbe essere la rabbia.
poi lo sconforto, la tristezza.
accompagnati dalla speranza.

io non ho provato niente. nella mia testa non passava un pensiero che fosse uno. solo uno strano ottundimento del sensorio, uno stato stuporoso, un modo ovattato di fare le cose.
non riuscire a piangere.
non riuscire a pregare.
non avere che poche parole scambiate via sms, coincise, quasi fredde.

sono otto giorni che respira con un tubo in gola, otto giorni in cui la sua mamma è devastata al punto di sembrare pazza, che i suoi nonni hanno perso la testa.
otto giorni in cui suo padre è di marmo.
suo padre.
il mio fratello-cugino.
chiuso nel suo dolore in una stanza di ospedale. a tenere la mano del suo bambino.
una stanza è troppo piccola per contenere tutto questo dolore. troppo fragili le pareti, troppo sottili i vetri. e aspetti che tutto imploda, che il mondo si fermi, e non sai come fare a scendere, e a spingere, perchè il mondo deve andare avanti, deve girare...

dopo sms te…

Storie di letto

Sul lettone, quando teoricamente uno si vuole rilassare, c'è un problema.
La mamma ha solo due lati.
E loro sono tre.
La mamma ha solo due braccia.
Di fronte a cotanta inettitudine materna, il magico trio escogita i seguenti sotterfugi per spostare uno degli altri due e raggiungere l'ambita genitrice.
Il Nano grande, pardon , il Ragazzino, se riesce ad arrivare per primo adotta la tecnica "sonofattodipiombo".
Si incolla al materasso e forte dei suoi ventotto chili, non si muove più.
La Nana, protesta.
S'indigna.
S'impenna.
E a differenza dello Stato di Don Raffaè, non getta la spugna.
Anzi. Arriva a dei livelli di bastardaggine indecenti.
Fa il solletico sotto i piedi, finge di aver visto qualcosa per interessare gli altri due, finge di piangere.
Il mininano, di solito, ci casca in pieno.
Spodestato dal suo posto-accanto-alla-mamma, lui è meno creativo della sorella. La sua tecnica si basa sulla sola forza fisica.
e visto che lui, di fisico, oggettivamente no…