martedì 12 maggio 2009

Tempo d'estate


Tra le tre cose che ODIO fare c'è il cambio di stagione.

Che in teoria è una minchiata: svuoti il cassetto, poggi sul letto, svuoti la scatola con le cose estive, le metti nel cassetto, riempi la scatola con le cose invernali, chiudi l'armadio e il gioco è fatto.

Ovviamente questo vale per le persone ordinate metodiche e senza nanisemideambulanti per casa; quindi non per me.

Il commento del Tu, alla vista della casa totalmente per aria, è stato: "ma che è? sono entrati i ladri...?" e gli ho tirato dietro un calzino -pulito-.

In effetti, non aveva torto. Ci sono ancora 3 o 4 scatole sul letto, in attesa di essere ispezionate, il sacco della roba da lavare in camera, le ante dell'armadio spalancate, la roba di pallino da mettere via (per chi poi, un secondo figlio?) in bilico sul comò... ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.

In questo caos primordiale c'è pallino che zampetta da uno scatolo all'altro, sbavando su questo e quello -perchè iniziare la bella stagione con vestiti puliti?- e ha un'aria estremamente divertita.

Forse che gli piace il caldo.

Forse che ama stare a mezze maniche -e con quelle belle braccine cicciotte devo trattenermi dallo sbaciucchiarmelo ogni due minuti-.

Forse che ama il caos. teoria avvalorata dalla sua reazione quando metto su i Placebo o i Clash: inizia a POGARE! niente da fare, sono i geni della mamma!(se ha anche la mia restistenza all'alcool stiamo messi bene!)


PS (in un raptus di follia, ho buttato il piumone nel box, in attesa di portarlo in lavanderia...)

Nessun commento: