lunedì 19 aprile 2010

Le perle di Nonnaccì

Sabato siamo stati da Nonnaccì, obbligo visto che c'erano i nipotini, e mi sono riempita di inestimabili perle di saggezza buttate lì da mia suocera.
Con la perplessità alle stelle, ho osservato l'arzilla signora, ubriaca da tanti nipoti in giro, perdere totalmente la ragione e il buon senso. Insomma, ho avuto la conferma che tutto quello che c'è scritto nei manuali di puericultura, che è detto dalle maestre e da chiunque possegga due neuroni attivi nel cervello, per mia suocera è OUT.

Premessa: la Ceci, mia nipote, ha una fissa: Minnie. Anzi, laMinnie, pupazzo della famosa pantegana di rosa vestito. La porta ovunque, all'asilo, in bagno,a letto. Se non c'è sono guai. Sclera e piagnucola alla grande.
Ovviamente sabato non c'era.
LaC.: "voiolaMinnieeeee"
N: "dai nonna, poi viene la Minnie, è uscita con le amichette...."
Appunto: Mai dire bugie ai bambini.
La C: "VoiolaMinnieeee"
N: "amore di nonna, dai che nonna adesso ti da una cosa buona, ti fa vedere un cartone, ti permette di truccarti...."
Perfetto: non solo la si prende per il culo, ma si cerca di viziarla con tutta una serie di cose non permesse..
LaC: "voio la Minnie"
N: "mò che viene papà te la porta..."
Alla grande: il padre in questione tornerà a sera inoltrata e si ritroverà una figlia in lacrime che lo aspetta neanche fosse il salvatore...
Intanto la bambina non ha voluto saperne di mangiare, di dormire, era solo molesta e a dirla tutta anche un pò patetica..
LaC: "voiolaMinnie.."
N:"amore di Nonna...."
E no, adesso basta.
IO: "Cecilia ascolta: la minnie non c'è; è a casa e andrai a prenderla domani. Adesso o continui a piangere e così però fai intristire tutti o giochiamo con qualcos'altro. Hai capito cosa ha detto la zia?"
LaC:"Zia, mi dai Topolino?"
E questo, per fortuna c'era.
Sottolineo il fatto che a mia suocera non importava che la bambina piagnucolasse come un disco rotto, ma era terrorizzata che non avesse mangiato nulla.
Ma andiamo avanti...
Dome, nipotino terminator, ha la capacità di sudare anche solo pensando; immaginatevi la nonna che, ovviamente, NON VUOLE CHE SUDI. Volete sapere che ha fatto? Ha regalato al nipote...un braccialetto. Non di quelli che danno la scossa elettrica o che..peggio. Era un bracciale-rosario, con Gesù, la Madonna, San Pio... uno di quei gadget terribili che arrivano con Araldi del Vangelo o fratelli della Misericordia o non so.
Una di quelle cosa ad alto rischio di rottura e ingestione da parte di bimbi più piccoli (vedi mio figlio).
Mi fa, con quella vocetta leziosa e strascinata che usa per parlare ai nipoti: "Domenico mi ha promesso che finchè lo mette fa il bravo e non si muove...che sennò Gesù piange!"
Permettetemi una citazione "RABBRIVIDIAMO" (A.M.)
Il massimo della bigotteria, del ricatto e non so che altro.
Io rabbrividisco al pensiero di quello che potrei dire o fare se dicesse a mio figlio una cosa del genere. Probabilmente la strozzerei.

Comunque, La Ceci ha pianto ogni tanto, invocando la Minnie; Dome, infischiandosene del braccialetto, ha corso come un indemoniato tutto il tempo.
E il Nano? Lui era lì, contento di non essere il solo sotto il metro in casa, intento a prendere le misure al cugino per emularlo in tutto e per tutto.
E Nonnaccì, implacabile: "Vedete Davide com'è bravo?...."
E Dome "Ma nonna...io sono Domenico"

5 commenti:

Ondaluna ha detto...

O_O
Se ci fosse un altro modo per fare la faccia stravolta io la farei di certo.
Contratulazioni per il tuo sangue freddo, il minimo che potessi fare era sfogarti su queste pagine!

Mikela ha detto...

wow, tua suocera le batte tutte... forte ;)

Diletta ha detto...

ciao. ho letto il tuo commento al post di erica. se vuoi mandarmi una mail a samu_dile@hotmail.it t mando volentieri l'invito per accedere al mio blog.

Jolanda ha detto...

Ciao.
Ho visitato il blog e mi è piaciuto. Perché non lo registri nel mio aggregatore di blog di mamme e papà, MammaceBlog?

http://www.mammacheblog.com

se ti va, ti aspetto, ciao, Jolanda

MammainblueJeans ha detto...

@ondaluna: carina la faccina!
@mikela: che fortuna!
@diletta: lo faccio subito!
jolanda: arrivo!