Passa ai contenuti principali

Esaurita

Gestire i nani non è roba da poco. Gestire i nani e i nonni dovrebbe essere messo tra le imprese titaniche, o meritare una trasmissione a sè, tipo S.O.S. Tata, ma al posto della mitica tata Lucia ci vorrebbe un esercito di...bho? che faccia ragionare a suon di randellate gli arzilli vecchietti.
Allora, parecchio tempo fa i nonni suoceri ci comunicarono che a luglio sarebbero stati costretti a lasciarci con le "chiappe a terra" perchè gli altri nipoti avevano bisogno di babysitter 24ore. Ok. Abbiamo organizzato i nonni in blue jeans, il lavoro e le vacanze in base a questa sconvolgente notizia.
Cinque giorni fa, i miei cognati, che hanno sempre brillato per tempismo, cambiano il mese di lavoro dei nonni da luglio in agosto. Ok, fatti loro.
E INVECE NO.
Fatti, anzi, Cazzi miei.
Perchè oramai i nonni in blue jeans hanno preso posssesso sella mia mini casa, sollevandomi da una bella mole di lavoro, ma depredandomi di qualsivoglia pace mentale. E non è che li possiamo mandare via. Dopotutto loro il nipote non lo vedono mai, e io, onestamente, ho bisogno di una mano.
Secondo voi nonnaccì ha pensato questo?
NO. Io non volgio che il nipote stia con lei, perchè sono cattiva eccetera eccetera...
Ma benedetta donna, com'è che non ragioni?
Ci sono quaranta gradi, è iniziato lo spannolinamento, io e tuo figlio siamo due stracci.. perchè prendere questo povero nano, sbatterlo in macchina, lasciarlo a casa tua, andare al lavoro, venirlo a prendere e tornare a casa? Prendi tu la macchina e vieni a prenderlo, chè io abito sopra l'unico parco grande di Bari.
NO. Il nipote deve andare da lei, mica il contrario.
Quando suo figlio le ha chiesto il motivo ha confessato: "che a casa mia mangia, quella (io o mia madre) lo tiene digiuno..."
Oggi, alla quarta notte insonne, mi sono svegliata, pardon, ALZATA alle cinque, stanca e incazzata nera. Il Tu, da vero maschio bastardo, è scappato fuori per lavoro (confessandomi che lo ha fatto più che altro per staccare la spina dai suoceri), nonna in blue jeans ha la febbre e nonnippo...bhe, lui prende e esce, quindi non lo considero molto.
Drin
"mammainbluejeans sono nonno Felix, alle dieci veniamo a prendere il nano... te lo riportiamo all'una e mezza!"
"????? ma non lo portate a fare una passeggiata?"
"no, dobbiamo fare dei servizi, poi lo portiamo a casa e poi te lo riportiamo. Va bene?"
"NO." e mio figlio che è, un pacco postale?
"come no?"
"no nel senso che ho un nano isterico che sta dormendo sei ore a notte, e neanche di seguito; no nel senso che se me lo porti tu all'una e mezza significa che noi pranzeremo alle 15, che lui dormirà quando devo uscire di casa, azzerndo le mie possibilità di riposare. Se gli vuoi far fare una passeggiata al parco, ma senza passeggino perchè non deve dormire, allora ok, altrimenti grazie, ma anche NO."
"a vabbè.. veniamo domani."
Stamattina non sono andata al lavoro. Ho fatto dormire mezz'ora il nano (perchè uno che si sveglia alle cinque mi sembra normale che poi sviene aale 11, si alza alle due, ricrolla alle 18 e poi fa il gibbillero tutta notte), l'ho svegliato, ho fatto da infermiera a mia mamma, ho fatto la spesa, ho cucinato, ho addormetato il nano ad un'ora congrua e..ebbene sì, HO DORMITO.
Mi sono imposta di tornare presto stasera a casa, fare una doccia al nano e poi a nanna. Senza pietà manderò al diavolo nonni di tutte le specie che siano desiderosi di dare una mamo, a modo loro.
Mi dispiace, ma a me serve una mano a modo mio.

Commenti

Anna ha detto…
Ecco appunto!Se vogliono darti una mano devono pensare prima a rispettare i ritmi del nanetto e della famiglia altrimenti che aiuto è!?
MoonaFlowers ha detto…
Mannaggia, immaginavo che gestire anche i nonni non sarebbe stato semplice :P non oso immaginare il mio futuro hehe. Comunque sono sicura che piano piano capiranno i vostri ritmi (cioè..lo spero!).
Anonimo ha detto…
brava!
kikka ha detto…
e vai!!
così mi piaci!!...
devo ASSOLUTAMENTE prendere esempio!!...
bisogna mettere dei paletti x frenarli... (uno assestato bene, magari in fronte basterebbe, ma dicono che pare brutto!!)...
sono con te!
MammainblueJeans ha detto…
@anna: parole sante!
@moonaflowers: un consiglio: metti le cose bene in chiaro da subito!
@kikka: io sono più per una randellata tra le rotule...

Post popolari in questo blog

di alberi, presepi e altre amenità natalizie...

ci sono moltissime cose che non capisco.
davvero. e molte riguardano i bambini. non i miei nello specifico, ma in generale. e visto che siamo in un inizio di clima Natalizio, le mie perplessità aumentano. primo.
l'albero di Natale.  sui social è una gara a chi fa l'albero più carico, fashion, luminoso, elegante, originale, minimal e chi più ne ha più ne metta. bellissimi. superbi. da farmi schiattare d'invidia.  (non riuscirei mai ad essere così precisa, così perfezionista. mi farei fregare da una schifezza fatta dal mininano, o un lavoretto a quattro mani degli altri due. tanto valore affettivo, poca coreografia.) quindi, albero da vetrina.  salvo poi a dire che è stato fatto per i nani o con i nani. sarà che i tre sono pasticcioni, chiassosi e colorati.  sarà che il loro senso estetico è ...ehm...acerbo(???) ma quando ho dato loro in mano palline e stelle filanti l'unica contenta era la gatta, vista la quantità di giocattoli sparsi sul pavimento. quindi non tiriamoci…

palla fibrosa

accade che quella telefonata arrivi.
accade che il tono della voce dall'altro capo del filo sia basso, e strozzato.
accade che la frase inizi con "ti devo dare una brutta notizia".
pensi al tuo vecchio papà.
a S., principessa malata.

e pensi che lo sapevi che questa cazzo di telefonata sarebbe arrivata, che devi essere forte, che forse sarà un bene.
ma non sai, non immagini.

non puoi sapere che in un ospedale lontano un dottore illuminato ha proposto una risonanza magnetica per un bimbo all'apparenza sano, chissà cosa è scattato in quel dottore, chissà cosa di quel bimbo dagli occhi scuri non gli ha fatto dire di tornare a casa, lui e i suoi paranoici genitori.
chissà.
non puoi sapere.
da medico immagini il brivido nel leggere il risultato, quella scarica di adrenalina  di quando hai azzaccato una diagnosi. hai ragione, signor dottore.
il passo in sala operatoria è breve, l'operazione sarà lunga.
aprire una piccola testa, tagliare i riccioli bruni, togliere quell…

caro Babbo, ti scrivo...

che i tre fossero diversi, è cosa nota.
che tutti i bambini abbiano gusti e preferenze personali, e che i genitori/nonni/parenti si debbano adeguare, è un sacrosanto diritto di ogni nano.
che i miei di nani si divertano a scombussolarti la vita e i programmi...

di seguito copia delle letterine di Natale.
il mini, che per un ultimo anno non scrive ma detta, è stato alquanto ironico
dettato#1

"caro Babbo Natale,
sono Enrico.
per Natale voglio la pista di Cars, l'altra pista di Crs3 e la macchina di Cars3.
Ciao"

e no, caro mini... iniziamo da rivedere i tempi del verbo, che qui niente è dovuto.


"caro Babbo Natale,
sono Enrico.
per Natale voglio vorrei la pista di Cars, l'altra pista di Cars3 e la macchina di Cars3.
Ciao"

poi, va bene che Snoopy insegna che è la stagione dell'avidità, ma non esageriamo...


"caro Babbo Natale,
sono Enrico.
per Natale voglio vorrei la pista di Cars, l'altra pista di Cars3 e la macchina di Cars3.
Ciao"

infine, un …