venerdì 3 settembre 2010

Ricordi d'estate (parte seconda)

Dopo il mare... la montagna.

Tempo di adattamento del nano a erba, terra, foglie secche e rametti: dai tre ai cinque secondi. (erano tre e dico almeno tre cambi al giorno, ma ne valeva la pena)

Praticamente una pacchia. Tempo quarantotto ore e il mio rampollo mangiava come un elefante, dormiva come un ghiro e si muoveva come Adamo nel giardino dell'Eden, sgranando gli occchioni per ogni cosa nuova. E vi assicuro, in mille metri quadri di giardino di cose nuove ne vedi tante. Ha scoperto che gli alberi sono "aaarti" e che le foglie fanno "schhhhhh" se tira vento. Che le farfalle ("atta") sono veloci, che i calabroni ("zz'ne") fanno zzzz quando volano, che le pere e le susine crescono sugli alberi.


Ha capito che in casa sono religiosamente conservati cappelli di paglia che avranno quarant'anni, e giocattoli rigorosamente vintage che erano della mamma (i mitici Puffi).


Ha imparato a tirare calci al pallone col sinistro, a fare "gal" giocando col papà, a salire e scendere le scale.




Ha portato a spasso il suo cane, rinforzando un rapporto già solido, e ha deciso che come materasso è decisamente moooolto comodo (che se Nonnaccì lo avesse visto avrebbe cacciato un urlo...)


Adesso siamo nella triste bari, e il passaggio è stato per lui un pochino traumatico, per noi molto di più.

la panza cresce, è ancora senza nome, io ho preso solo 5 chili e ho, aimè, ripreso a lavorare.

Sono state delle belle vacanze....

3 commenti:

Ondaluna ha detto...

Sono contenta che abbiate avuto la possibilità di questa bella esperienza.
I racconti di campagna mi fanno venire sempre più voglia di portarci la mia piccola.

Laura GDS ha detto...

Impagabile la foto del nano con Macli. La mimi usa Lenticchia come cuscino e lui si fa fare. Però Lenticchia è un gatto che pesa meno della metà della mimi....

eteVaM ha detto...

Ti ho scoperta appena sei partita, bentornata e da collega mi rendo conto che 20 giorni senza lavoro e senza cellulare sono un paradiso ma...il rientro è l'inferno (per me lo è stato dopo 7 giorni figurati!)