Passa ai contenuti principali

...fa-nno-ciao!



Sono quattro. Hanno nomi impromunciabili: Tinky Winky, Dipsy,Laa-Laa,Po. Sono viola, verde, giallo e rosso. Hanno un'antenna in testa e un televisore incorporato nella pancia. Parlano una buffa lingua commentata da una qualche Entità Superiore che non sa dove sia di casa il congiuntivo.
Sono i Teletubbies. E sono entrati in casa mia.
Premessa: che esistessero lo sapevo grazie alla pubblicità in TV, ai giocattoli e a una zia che è irresistibilmente attratta da questo genere di cose. Di qui a comprare un DVD per il nano... mi sembrava presto, o non lo trovavo, o qualche altra scusa.
Oggi arriva A., trimamma di G., M. e S., sventolandomi un DVD sotto il naso.
"Così anche Davide può iniziare a divertirsi!"

Grazie: ma non mi sembra che in nano muoia di noia. Anzi... Forse ho sbagliato a dirle ieri che l'ultimo DVD che il nano ha visto (anzi, ha subito) era un film con Antonio Banderas che insegna a ballare a un gruppo di ragazzi di strada: sicuramente non il massimo per un nano, ma la scena di tango del bell'Antonio vale.
Comunque prendo il DVD e leggo il retro. C'è un mini-riassunto delle due puntate e finiscono entrambi con "I TELETUBBIES SI VOGLIONO BENE!". La mia perplessità arriva alle stelle.
Un papà mi guarda con faccia da cane bastonato e mi dice:
"io non lo farei: mio figlio li vuole vedere in continuazione, la musica ti entra nel cervello e resta lì per ore. Io li odio!"
Praticamente ha messo i quattro pupazzoni tra gli stupefacenti legalizzati.
Poi parte a raccontarmi di un'azione legale compiuta da non so chi, perchè secondo costui c'era un messaggio omosessuale a favore dei gay ed era diseducativo; una mamma si elegge paladina dei quattro e li esalta "con loro mio figlio ha imparato a contare!"... insomma, una cosa spassosissima. Ma chi avrà ragione?
E siccome io sono curiosa come una mangusta, appena arrivata a casa ho subito acceso la tivvù e messo su i TTB.
UNA NOIA MORTALE!
La parte più carina è quella in cui i bimbi fanno vedere cosa sanno fare (nella puntata numero uno: i fiori di carta; nella puntata numero due: non so, ho preferito lavare i piatti). Davide non se li è filati più di tanto. Decisamente era più interessato a Kung Fu Panda (per mia fortuna!)
Una volta solo ha fatto ciao con la manina, in risposta ai saluti di TTB viola.
E io, madre attenta ai desideri del suo bambino, l'ho preso in parola. Ho spento la tivvù, salutando i Teletubbies, la voce narrante, il sole che ride e tutta Teletubbylandia.

PS( riguardo la controversia gay: CliccaQui! )


Commenti

mamma al quadrato ha detto…
Avevo sentito tanto parlare di questi benedetti Teletubbies che ho comprato un dvd. Personalmente li ho trovati di una noia mortale e secondo me pure loro. Ho scoperto invece per caso della Disney BUNNYTOWN (ogni tanto lo passano di prima mattina su rai2), è tutto musicale e lo trovo molto carino, volevo pubblicarne un pezzetto che li manda in visibilio, quando lo sentono si mettono a ballare tutti contenti ma devo vedere se lo trovo su youtube.
Carpina ha detto…
nooooo i TeleTubbies nooooo!!!!
Sì, all'inizio fanno così i nanerottoli, sembra che non se li filino proprio.. ma poi.. poi ne diventano dipendenti!
Io li ho nascosti i due dvd di cui abbiamo rigorosa copia..
sono stucchevoli, e diseducativi riguardo al mettere ordine (c'è il povero noo-noo che pulisce tutto ciò che loro sporcano, eh no cari!!)

sì le sezioni coi bimbi veri sono carine, ma comunque i doppiaggi fanno pietà.. e poi non voglio che mio figlio dica 'ciao ciao' in continuazione!!!

molto meglio barbapapà (anche ambientalista!!) o la pimpa (di una fantasia garbata e divertente)..

carpina
MammainblueJeans ha detto…
@mammaalquadrato: Bunnytown? corro si you tube e ti faccio sapere se il nano gradisce...
@Carpina: ma chi (o cosa) è Noo-Noo? ti prego dimmelo tu perchè il DVD è stato già imboscato e sarà reso alla mamma di S. lunedì.
E comunque il tu è andato a prendere un DVd di Paperino alla feltrinelli. Almeno ci facciamo due risate noi...
Carpina ha detto…
:)
Io ho il dvd dispettoso-noo-noo..
noo-noo è un robottino con una specie di proboscide, che è un tubo di aspiratutto (polvere, biscotti, liquidi).
con questo strano tubo poi ripiega le copertine dei teletubbies.. è un tubo magico insomma..
noo-noo è simpatico e sfigato.. e al mio cucciolo infatti piace tanto..

se fai una ricerca su google di noo-noo, vedrai che lo becchi! ;)

Post popolari in questo blog

di alberi, presepi e altre amenità natalizie...

ci sono moltissime cose che non capisco.
davvero. e molte riguardano i bambini. non i miei nello specifico, ma in generale. e visto che siamo in un inizio di clima Natalizio, le mie perplessità aumentano. primo.
l'albero di Natale.  sui social è una gara a chi fa l'albero più carico, fashion, luminoso, elegante, originale, minimal e chi più ne ha più ne metta. bellissimi. superbi. da farmi schiattare d'invidia.  (non riuscirei mai ad essere così precisa, così perfezionista. mi farei fregare da una schifezza fatta dal mininano, o un lavoretto a quattro mani degli altri due. tanto valore affettivo, poca coreografia.) quindi, albero da vetrina.  salvo poi a dire che è stato fatto per i nani o con i nani. sarà che i tre sono pasticcioni, chiassosi e colorati.  sarà che il loro senso estetico è ...ehm...acerbo(???) ma quando ho dato loro in mano palline e stelle filanti l'unica contenta era la gatta, vista la quantità di giocattoli sparsi sul pavimento. quindi non tiriamoci…

palla fibrosa

accade che quella telefonata arrivi.
accade che il tono della voce dall'altro capo del filo sia basso, e strozzato.
accade che la frase inizi con "ti devo dare una brutta notizia".
pensi al tuo vecchio papà.
a S., principessa malata.

e pensi che lo sapevi che questa cazzo di telefonata sarebbe arrivata, che devi essere forte, che forse sarà un bene.
ma non sai, non immagini.

non puoi sapere che in un ospedale lontano un dottore illuminato ha proposto una risonanza magnetica per un bimbo all'apparenza sano, chissà cosa è scattato in quel dottore, chissà cosa di quel bimbo dagli occhi scuri non gli ha fatto dire di tornare a casa, lui e i suoi paranoici genitori.
chissà.
non puoi sapere.
da medico immagini il brivido nel leggere il risultato, quella scarica di adrenalina  di quando hai azzaccato una diagnosi. hai ragione, signor dottore.
il passo in sala operatoria è breve, l'operazione sarà lunga.
aprire una piccola testa, tagliare i riccioli bruni, togliere quell…

acute osservazioni da mininano (e non solo)

quando il Ragazzino era un mininano, era molto trasportabile.
aspettava tranquillo la fine di un congresso in braccio al papà, o giocherellava con un pupazzetto durante la Messa della domenica.
lei, un pò meno. ok i congressi, ma ferma in chiesa durante la messa anche no. (e ho appeso al chiodo le mie corde vocali)
poi è arrivato lui, il mininano.
quello che il giorno del suo compleanno ha esordito con un "mamma, ho cinque anni, sono quasi un uomo"
che se sta fermo dietro pagamento (colori, librini) non sta zitto MAI.
specialmente durante la Messa.
di seguito le illuminanti considerazioni del mio terzogenito, tutte enunciate a voce più o meno alta, in momenti di silenzio più o meno assoluto:

"mamma, ma perchè il Don ha il microfono e non canta?"
"mamma, ma perchè questi della Chiesa chiedono sempre soldi?"
"mamma, ma Gesù è invisibile che nessuno lo vede?"
"mamma, mi sto annoiando"
"mamma...PUZZETTA!!!"

decisamente un Nano con uno…