giovedì 24 settembre 2009

Nanoteca e genitori in libera uscita


Continua l'inserimento del magico gnomo all'asilo. Il che si traduce per me in 2 o 3 ore di chiacchiere con le altre mamme e un papà fuori dalla struttura stessa, ma sempre a portata di mano.

Sarà una perdita di tempo colossale, ma è A) rilassante, B) parecchio istruttiva.

Ho scoperto che il mondo dei neogenitori è vario, caleidoscopico e divertente (a tratti), e che devi sempre ringraziare Dio per il nano che ti ha dato, chè poteva andarti peggio.

1) IL SONNO: le mamme fanno a gara per chi dorme di meno, valgono le ore di ninna, l'orario in cui si va a letto, le richieste nel cuore della notte e il numero di levatacce. Attualmente è in cima alla classifica M, 18 mesi, che si sveglia 6-7 volte a notte, urlando "agga" (acqua), "atte"(latte), o mmammmma, va a letto alle 23 se va bene e dormirà in tutto quattro ore; tutto raccontato da un papà munito di occhiaie grigio-fumo-di-Londra.

2)LA PAPPA: "quantomangiacosamangiamavomitarigurgitahadiarreabevedallatazza..." ho scoperto che i bambini sono fizzosi; "non sia mai due volte lo stesso omogeneizzato" (mamma di L, lottatrice di sumo in miniatura). Sono creativi: "beve il latte solo dalla tazza con i pagliacci, l'acqua da quella con Winnie the Phoo" (Mamma di M, G, e S, parlando di M.). Sono furbi: "se non mangia, gli dò il fruttolo.." (Mamma di L. che è inappetente;penso che lei sia una delle maggiori azioniste della Nestlè).

3)LE NONNE: non le suocere e basta, ma tutte le nonne. Di loro si è detto che sono asfissianti, oppressive, che viziano i nipoti e che non si ricordano niente su come si cresce un bambino. E tutti eravamo daccordo.

4)LE ALTRE MAMME: "spettegulesss": la mamma di M. è un'isterica, è sua figlia è una Miss piangnina. Ma la mamma di V. hai visto come l'ha coperto oggi suo figlio? eccetera...


Poi esce la "Zia Angela", che ci riconsegna i rispettivi nani, fa due commenti su cosa hanno fatto, quanto hanno pianto e tanti saluti a casa. Che domani si ricomincia.


PS( Davi ha mangiato ben tre cucchiai di pastina al pomodoro...)

3 commenti:

Carpina ha detto...

Io non ho mai usufruito di queste chiacchiere: l'inserimento al nido l'ho fatto stando in ufficio (a due isolati): se c'erano problemi, mi chiamavano.
Non mi hanno mai chiamato.

Però conosco il meccanismo di gara che si instaura tra le innocenti chiacchiere mammesche.
Ma quello che conosco io è il gareggiare per primeggiare: qui vince chi ha il bimbo che dorme di più, che mangia di più, che cammina prima, che parla prima, che piange meno, che finisce prima il piatto di pappa: insomma è una tragedia....

2Gemelle ha detto...

eheheh, donne!!! :D

Elena ha detto...

posso dirvi una cosa?... anch'io voglio un bambino.. voglio fare tutte le vostre esperienze!!