venerdì 13 novembre 2009

Habemus machinam! (LaGina)

Ieri sera ero a una riunine d'equipe in parrocchia per la preparazione all'Avvento.

Arriva il Tu e mi chiede "poi uscire?"

"Bhè?" faccio io.

"Tieni" e mi mette in mano una chiave.

"?"

"sono della tua nuova macchina, è parcheggiata fuori. Mi raccomando non fare tardi!" e mi bacia sul naso.

Torno dentro.

Questa sì che è una sorpresa!



La macchina è una punto blu non metallizzato, tre porte, priva del tergicristallo anteriore, di servosterzo e di aria condizionata. Ci ho messo trentacinque minuti per montarci il seggiolino del Nano, e non si può abbassare il finestrino del guidatore o rischi di non poterlo tirare più su.

Ma è la conferma della mia totale indipendenza da marito, suoceri eccetera, quindi per me è meravigliosa! Visto che ho il vizio di nominare ogni cosa, sarà "battezzata" LaGina o La Sciura Gina. Ma si accettano suggerimenti.

5 commenti:

Elena ha detto...

la Gina o Sciura Gina è perfetto secondo me!!! ci sta proprio con la descrizione che hai dato dalla macchina!! aggiudicato!

2Gemelle ha detto...

il nome è fantastico, il regalo pure!

Anonimo ha detto...

Auguri!
:-)
Noi, invece, stiamo ancora decidendo se comprare la Fiat Sedici o la Dahiatsu Terios. Ma si può essere più incapaci nello scegliere un'auto???
mammasidiventa.ilcannocchiale.it

Anonimo ha detto...

evvai!!!! quanto bello è avere una macchinetta tutta per se??? io non ne ho una di proprietà...è quella vecchia della mamma...machissenefrega...io ho la macchina!!!
cristina

mamma al quadrato ha detto...

w la Gina! anch'io ho da poco una macchina tutta mia: è davvero tutta un'altra cosa, come si dice, l'indipendenza non ha prezzo...